Benvenuto nel nuovo sito de "L'Erma di Bretschneider". Per una migliore navigazione assicurati di utilizzare la versione aggiornata del tuo browser.
Per scaricare la versione aggiornata del browser preferito clicca uno dei seguenti link:
Hai bisogno di assistenza? Clicca qui
*no text defined* Academia.edu
CHECKOUT
Shopping Cart -
Subjects
Africa
Ancient Near East
Archaeology
Architecture
Art History
Decorative Arts
Egypt
Epigraphy
General Philology
Greek Philology
History
Iconography
Latin Philology
Law
Linguistic / Literature
Middle and far East / Africa / Islam
Mosaics
Mythology / Religion
Numismatics
Painting
Papyrology
Philosophy
Pottery
Restoration / Conservation
Sculpture
Topography / Excavations
Varie
Series and journals
Search  
Advanced search
Start search
Icone del mondo antico di - Harari Maurizio | Paltineri Silvia | Robino Mirella T.A. - Studia Archaeologica (SA) - N° 170
  Icone del mondo antico
Icone del mondo antico
Un seminario di storia delle immagini
Edited by Harari Maurizio e Paltineri Silvia e Robino Mirella T.A.
Year: 2009
Edizione: L'ERMA di BRETSCHNEIDER
Series
ISBN: 978-88-913-0431-5
Pages: 243, 169 ill. B/N, 54 tav. f.t
Dimensione PDF: 18.64 MB

Digital Edition
 
Preview

Product code: DE011941


Price€ 120,00
Qty  
Buy digital version in PDF
Reccomand to a friend

How to buy Digital Edition books

Subjects:
Abstract Table of contents Authors / Editors
Dall'introduzione di M. Harari: Icone del mondo antico: un seminario di storia delle immagini raccoglie diciassette contributi di giovani studiosi d'arte antica su temi d'iconografia latamente distribuiti nel tempo e nello spazio (oriente e orientalizzante, Grecia, Etruria, mondo italico e Roma), che furono presentati nella giornata di studio del 25 novembre 2005, al Collegio Ghislieri dell'Università di Pavia.Dalle conclusioni di C. Isler-Kerényi: Dai contributi qui raccolti si ricava ripetutamente l'impressione che l' immagine figurata avesse, nel mondo italico precedente l' ellenismo, uno statuto diverso rispetto al mondo greco. Il che sembra costituire, per gli studiosi delle generazioni emergenti, un particolare stimolo a intraprenderne la lettura. La tendenza a considerare le immagini etrusche solo come riflessi più o meno fedeli di creazioni greche pare comunque ormai superata. E nemmeno ci si accontenta di leggerle unicamente come l' espressione di classi o persone desiderose di esibire ed eternare prestigio e potere. Vige invece in genere il presupposto che - in un mondo in cui creare e recepire immagini era un'esperienza tutt' altro che ovvia - anche figurazioni a prima vista enigmatiche, contraddittorie, estranee all'estetica greca, dovessero avere un senso ed intendessero esprimere qualcosa di importante. Per chi è abituato a lavorare sul materiale iconografico greco l'insufficienza di supporti testuali di argomento mitologico può però sembrare un ostacolo. Nel tentativo di afferrare il senso di quelle immagini è invece spesso proprio questa lacuna normalmente incolmabile a risultare feconda.
From the Contents:
MAURIZIO HARARI, Presentazione; Oriente e orientalizzante: ANDREA BABBI, Iconographic traditions of the Hittite and Syrian sich entschleiernde Gttin and the Egyptian and Syrian-Palestinian Qu-du-shu in the central-Tyrrhenian area from the 9th to the 7th century B.C.; MARIA CRISTINA BIELLA, Le immagini dimenticate. Su un vaso biconico dalla necropoli di Monte Cerreto a Narce; SILVIA PALTINERI - MATTEO CANEVARI, Icone del mito e della storia. I fregi di due olpai di bucchero del VII sec. a.C.: dai modelli tecnicoformali e iconografici alla messa a punto di categorie interpretative; MIRELLA T.A. ROBINO, Una statuetta in ambra della collezione Grotto di Adria; ELENA SMOQUINA, Un kantharos in bucchero del Royal Ontario Museum di Toronto e il demone etrusco impugnante i serpenti; In Grecia: MARIA ELENA GORRINI, Dedalo o Aristeo? Un' indagine su alcuni documenti greci ed etruschi; CLAUDIA LAMBRUGO, Donne pittrici nell' Atene democratica? Una giornata speciale per la bottega del Pittore di Leningrado; LAURA PURITANI, Immagini attiche in Etruria. Il caso delle oinochoai di tipo VII; MARTA SAPORITI, L' immagine tatuata; In Etruria: MARCELLO ALBINI, Lo specchio di Bolsena e la figura di Caco; ILARIA DOMENICI, Un contributo sulla ricezione di un mito greco in Etruria: il caso di Telefo; VIVIANA TRAFICANTE, Nethuns l' assente. Osservazioni sull' iconografia delle divinità marine nell' arte etrusca arcaica; DANIELA UCCHINO, La garanzia del sangue; Mondo italico e Roma: GIORDANO CAVAGNINO, Saeculum frugiferum. Una nuova proposta di interpretazione per il mosaico con trionfo di Nettuno da La Chebba (Tunisia); MASSIMILIANO DI FAZIO, Morte e pianto rituale nell' Italia antica. Il caso dell'askos Catarinella; ALESSANDRA GOBBI, Hercules Musarum; SERENA SOLANO, Incisioni rupestri e dati archeologici: elementi di continuità culturale in Valcamonica fra tarda età del Ferro e romanizzazione;CORNELIA ISLER KERÉNYI, Conclusioni.
Back
Copyright ® 2007-2016 L'Erma di Bretschneider, All rights reserved
L'Erma di Bretschneider Spa - Via Cassiodoro, 11 - P.O.Box 6192 - 00193 ROMA (IT)-P.IVA 00980691000
Tel. +39.06.68.74.127 - Fax+39.06.68.74.129
Log in restricted area
e-Mail
Password
Log in
 
 
L'Erma award for Archeology 2016
 
L'Erma award for Art History 2016
 
 
 
 
Info
Where we are
Editorial Guidelines
Publish With Us
Customer Service
Contact Us
Sale Conditions
Site Map
Account
Profile
Order history
Newsletter
L'Erma Awards
L'Erma award for Archeology 2016
L'Erma award for Art History 2016