Benvenuto nel nuovo sito de "L'Erma di Bretschneider". Per una migliore navigazione assicurati di utilizzare la versione aggiornata del tuo browser.
Per scaricare la versione aggiornata del browser preferito clicca uno dei seguenti link:
Hai bisogno di assistenza? Clicca qui

Notice: Undefined offset: 1696 in C:\SitoErma\Moduli\modLang.php on line 162
*no text defined* Academia.edu
CHECKOUT
Shopping Cart -
Subjects
Africa
Ancient Near East
Archaeology
Architecture
Art History
Decorative Arts
Egypt
Epigraphy
General Philology
Greek Philology
History
Iconography
Latin Philology
Law
Linguistic / Literature
Middle and far East / Africa / Islam
Mosaics
Mythology / Religion
Numismatics
Painting
Papyrology
Philosophy
Pottery
Restoration / Conservation
Sculpture
Topography / Excavations
Varie
Series and journals
Search  
Advanced search
Start search
La Filologia Medievale di - Roberto Gamberini | Paolo Canettieri | Giovanna Santini | Rosella Tinaburri - Filologia classica e medievale (FCM) - N° 3
  La Filologia Medievale
La Filologia Medievale
Comparatistica, critica del testo e attualità. Atti del Convegno (Viterbo, 26-28 settembre 2018)
Edited by Roberto Gamberini e Paolo Canettieri e Giovanna Santini e Rosella Tinaburri
Year: 2019
Edizione: L'ERMA di BRETSCHNEIDER
Series
ISBN: 9788891319029
Binding: Brossura
Pages: 270
Size: 17 x 24 cm
 
Preview

Product code: 00013524


Price€ 180,00
Qty  
Add to cart
Reccomand to a friend
Subjects:
Abstract Table of contents Authors / Editors
Studiosi di testi medievali latini, romanzi e germanici discutono temi e metodi che riguardano la critica del testo e la comparatistica linguistico-letteraria del medioevo europeo. Esperienze di ricerca maturate nelle tre aree disciplinari si incontrano al fine di pervenire a una migliore comprensione di fenomeni culturali complessi, in uno spettro temporale che va dall' antichità all' epoca contemporanea. Questo volume vuole offrire un terreno di confronto tra le filologie medievali, a partire dalle intersezioni poste dalla realtà storico-testuale. Ne scaturisce una riflessione sul contributo che la filologia può dare al mondo attuale, come disciplina storica, per la configurazione dei processi mentali, oltre che sociali e culturali. La filologia ha un ruolo fondamentale nella formazione di una coscienza del passato: attraverso la ricostruzione critica dei testi e della rete delle loro relazioni, recupera il senso della distanza e permette di ricostruire il passato nella sua specificità, imponendo un ragionamento sulle eventuali differenze tra il presente e il nostro futuro.

Scholars of Medieval Latin, Romance, and Germanic texts discuss themes and methods concerning text criticism and linguistic-literary comparisons of the European Middle Ages. Research experiences gained in the three disciplinary areas meet in order to achieve a better understanding of complex cultural phenomena, in a time spectrum ranging from antiquity to the contemporary era. This volume aims to offer a field of comparison between medieval philologies, starting from the intersections posed by the historical-textual reality. The result is a reflection on the contribution that philology can make to today's world, as a historical discipline, for the configuration of mental, as well as social and cultural processes. Philology has a fundamental role in the formation of an awareness of the past: through the critical reconstruction of texts and the network of their relationships, it recovers the sense of distance and makes it possible to reconstruct the past in its specificity, imposing reasoning on possible differences between the present and our future.

Paolo Canettieri, Franco De Vivo, Francesco Santi, Introduzione

Comparatistica

Luciano Formisano, Comparatistica, archeologia testuale, archeologia della cultura
Roberto Rea, L' amore come errore della virtus estimativa in Cavalcanti e Dante
Alessandro Zironi, Della presunta irrimediabilità del testo
Ileana Pagani, I testi storiografici. Fonti per la storia, fonti per la letteratura

Critica del Testo

Paolo Canettieri, Luca Gatti, Margherita Bisceglia, Emanuele F. Di Meo, Mariangela Distilo, Virginia Machera, Alessio Marziali Peretti, Stefano Milonia, Elisa Verzilli, Samuele Visalli, Il laboratorio di lirica medievale romanza (LMR-lab)
Maria Rita Digilio, Il codex unicus: teorie e prassi editoriali
Rossana Guglielmetti, La necessità di uno stemma interlinguistico: il caso della Navigatio Brendani

Attualità

Anatole P. Fuksas, Giovanna Santini, Scuola, Democrazia e Filologia
Francesco Santi, "Lo sisè seny, lo qual apel.lam affatus". Suggerimenti lulliani per l' attualità della filologia
Verio Santoro, 1914-1918: la guerra, i filologi e l' Europa

Banche dati e piattaforme digitali

Lucia Pinelli, Mirabile. Condivisione del lavoro /condivisione dei saperi per lo studio del medioevo
Edoardo D' Angelo, Paolo Monella, ALIM (Archivio della Latinità Medievale d' Italia). Storia, attualità, prospettive di una banca-dati di testi mediolatini

Pratiche di confronto

Marina Buzzoni, Intersectiones. La dimensione europea delle filologie medievali tra metodi qualitativi e quantitativi

Roberto Gamberini

Roberto Gamberini insegna all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. Si occupa di storia della letteratura e della cultura latina medievale, con una particolare attenzione alla filologia e alla critica del testo. Ha pubblicato, tra le altre, le edizioni critiche del Commentario alle Lamentazioni di Rabano Mauro, del Ruodlieb, della Visio Anselli e del Metrum Leonis di Leone di Vercelli, nonché saggi sulla tradizione testuale e letteraria tanto di ambito dotto quanto di ambito popolare. Tra le opere di consultazione, si ricordano la serie BISLAM. Bibliotheca Scriptorum Latinorum Medii Recentiorisque Aevi. Repertory of Mediaeval and Renaissance Latin Authors e il volume dedicato alla Campania di RICABIM. Repertorio di inventari e cataloghi di biblioteche medievali dal secolo VI al 1520.


Paolo Canettieri

Paolo Canettieri è prof. ordinario di Filologia e linguistica romanza alla Sapienza. Si occupa di letterature medievali (provenzale, francese, galego-portoghese e italiana), con particolare riguardo alle strutture formali, alla storia delle idee, delle mentalità e alla dimensione prosopografica. Ha scritto su Guglielmo IX, Jaufre Rudel, Arnaut Daniel, Iacopone da Todi, Dante Alighieri, Francesco Petrarca. Ha inaugurato la prospettiva degli studi filologici in direzione cognitiva.


Giovanna Santini

Giovanna Santini è prof. associato di Filologia e linguistica romanza presso l’Università degli Studi della Tuscia. Si occupa di poesia medievale romanza (provenzale, francese e italiana), in particolare degli aspetti metrici e rimici, del lessico lirico, della tradizione testuale e dell’intertestualità; di romanzi provenzali e francesi del XIII secolo connotati dal dialogo con la tradizione lirica e dall’integrazione tra cultura occitanica e oitanica (Flamenca, Joufroi de Poitiers e Guillaume de Dole); dei processi cognitivi che influenzano l’elaborazione di opere letterarie dal punto di vista linguistico, formale e contenutistico.


Rosella Tinaburri

Rosella Tinaburri insegna Filologia e linguistica germanica presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. I suoi interessi di ricerca riguardano la filologia del sassone antico (il poema Heliand, i rapporti tra la tradizione sassone e anglosassone); la filologia dell’anglosassone, in particolare la prosa alfrediana (la formazione del lessico, la tecnica di traduzione); la linguistica ingevone; i manoscritti miscellanei nel mondo germanico medioevale.


Back
Copyright ® 2007-2020 L'Erma di Bretschneider, All rights reserved
L'Erma di Bretschneider Srl - Via Marianna Dionigi, 57 - P.O.Box 6192 - 00193 ROMA (IT)-P.IVA 00980691000
Tel. +39 06.687.41.27 - Fax +39 06.960.38.796
Log in restricted area
e-Mail
Password
Log in
 
 
L'Erma award for Archeology 2019
 
L'Erma award for Art History 2016
 
 
 
 
Info
Where we are
Editorial Guidelines
Publish With Us
Customer Service
Contact Us
Sale Conditions
Site Map
Account
Profile
Order history
Newsletter
L'Erma Awards
L'Erma award for Archeology 2019
L'Erma award for Art History 2016