Benvenuto nel nuovo sito de "L'Erma di Bretschneider". Per una migliore navigazione assicurati di utilizzare la versione aggiornata del tuo browser.
Per scaricare la versione aggiornata del browser preferito clicca uno dei seguenti link:
Hai bisogno di assistenza? Clicca qui
CHECKOUT
Shopping Cart -
Subjects
Africa
Ancient Near East
Archaeology
Architecture
Art History
Decorative Arts
Egypt
Epigraphy
General Philology
Greek Philology
History
Iconography
Latin Philology
Law
Linguistic / Literature
Middle and far East / Africa / Islam
Mosaics
Mythology / Religion
Numismatics
Painting
Papyrology
Philosophy
Pottery
Restoration / Conservation
Sculpture
Topography / Excavations
Varie
Series and journals
Search  
Advanced search
Start search
  Radicamento dei culti tradizionali in Italia fra tarda antichità e alto medioevo (Il).
Radicamento dei culti tradizionali in Italia fra tarda antichità e alto medioevo (Il).
Fonti letterarie e testimonianze archeologiche.
Binazzi Gianfranco

Year: 2012
Edizione: L'ERMA di BRETSCHNEIDER
Series
ISBN: 978-88-8265-726-0
Binding: Brossura con sovraccoperta
Pages: 160
Size: 14 x 21,5 cm
-50%

Product code: 00012741


Price€ 47,50    € 95,00 €
Qty  
Add to cart
Reccomand to a friend
Subjects:
Abstract Table of contents Authors / Editors
Questa ricerca si propone di verificare la communis opinio, secondo cui già alla fine del IV secolo - come inducono a ritenere le parole di alcuni scrittori cristiani, nonché talune delle costituzioni imperiali coeve contro i culti tradizionali - il cristianesimo avrebbe assunto un ruolo talmente dominante da marginalizzare ogni forma di culto per le divinità tradizionali.
È evidente, tuttavia, che tale rappresentazione della realtà risentiva fortemente dello spirito di parte, proprio degli autori cristiani: scarsa attenzione veniva riservata, infatti, ai vinti, cioè a coloro - ancora numerosi, sia nelle città, che nelle campagne - che si identificavano nella religione tradizionale. In una tradizione monopolizzata dai vincitori, si è potuta accreditare la tesi secondo la quale i culti pagani sarebbero sopravvissuti, per qualche tempo e in ambiti circoscritti, come quello dell' aristocrazia senatoria di Roma, ma soprattutto tra i rustici, cioè nelle zone rurali, come mero fenomeno residuale.
Lo sviluppo degli studi sul cristianesimo, concepiti in una prospettiva più ampia, che è quella della Tarda Antichità, l' incremento quantitativo delle testimonianze archeologiche e prosopografiche, come pure il superamento della contrapposizione astratta fra paganesimo e cristianesimo, consentono oggi di riesaminare temi, come quello del radicamento dei culti tradizionali, con un approccio più disponibile a coglierne le peculiarità, le contraddizioni e le aporie.
Dopo aver delineato, in una prima parte, le linee guida della politica imperiale relativa ai culti e ai templi nell' età da Costantino a Teodorico, si è concentrata l' attenzione sulla sopravvivenza dei culti tradizionali in età tardoantica, per poi rivolgerla all' età di Gregorio Magno. Si è focalizzato quindi lo sguardo sulle persistenze dei culti tradizionali presso i Longobardi, per esaminare infine significativi aspetti di permanenza fino all' VIII secolo.
L' intento dell' Autore, tuttavia, non è stato quello di misurare la durata delle persistenze, per spostare più o meno in avanti i segni di vita del paganesimo, ma quello di riflettere sulla profondità del radicamento di un patrimonio di tradizioni cultuali, che dovettero essere assimilate, non potendo essere cancellate.

Gianfranco Binazzi è Docente di Epigrafia e antichità cristiane presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell' Università di Perugia, ove insegna dal 1991.
Le sue ricerche - condotte prevalentemente nell' ambito dell' epigrafia e dell' archeologia cristiane - si sono indirizzate al cristianesimo dei primi secoli e alla diffusione del culto dei martiri nell' Italia centrale.
È autore di numerosi articoli e saggi in Riviste e Atti di Convegni nazionali ed internazionali.
Ha pubblicato due volumi nella collana delle Inscriptiones Christianae Italiae (Bari, Edipuglia), relativi alla Regio VI. Umbria (1989) ed alla Regio V. Picenum (1995).

Introduzione; Abbreviazioni; Parte Prima: La politica relativa ai templi da Costantino a Teodorico; Parte seconda: Il radicamento dei culti tradizionali in Italia: I. La Tarda Antichità; II: L'età di Gregorio Magno (590-604); III. I Longobardi; IV. Gli ultimi pagani; Conclusioni; Bibliografia; Indici: Indice dei nomi; Indice dei luoghi.
Back
Copyright © 2007-2013 L'Erma di Bretschneider, All rights reserved
L'Erma di Bretschneider Spa - Via Cassiodoro, 11 - P.O.Box 6192 - 00193 ROMA (IT)-P.IVA 00980691000
Tel. +39.06.68.74.127 - Fax+39.06.68.74.129
Log in restricted area
e-Mail
Password
Log in
 
 
Modern and Contemporary Art
Caterina Pazzi
caterina.pazzi@gmail.com
 
 
 
 
Info
Where we are
Editorial Guidelines
Publish With Us
Customer Service
Contact Us
Sale Conditions
Site Map
Account
Profile
Order history
Newsletter
L'Erma Awards
Premio L'Erma per l'archeologia 2013
L'Erma award for Art History 2013